CARTIER

Nel 1926 questo maharaja affidò agli atelier di gioielleria Cartier a Parigi una serie di bauli colmi di gioielli e pietre preziose, per farli rimontare secondo il gusto parigino. Non a caso scelse Cartier, il più parigino dei gioiellieri che, tra l'altro, aveva avuto l'occasione di incontrare in India. Nacque così un gioiello unico, costituito da 2.930 diamanti per un peso di 962,25 carati: una sfolgorante cascata formata da cinque magnifici collier di platino stile Art déco tempestati di diamanti e ornati da sette grandi diamanti di vario taglio (da 18 a 73 carati). Questa composizione immacolata è ritmata da tocchi di colore: un diamante color tabacco di 18 carati, due rubini birmani del peso totale di 29,58 carati e il famoso diamante De Beers, una pietra eccezionale di 234,69 carati.